Tag Archives: expo

Sara Simeoni ed Osvaldo Bevilacqua all’Expo con la Libertas

Due icone – che esprimono l’eccellenza italiana nel mondo – hanno illuminato la scena dell’evento promosso dalla Libertas all’Expo Milano per concludere il progetto “sport – cibo – salute”.

Approfondimenti nel comunicato stampa Sara Simeoni ed Osvaldo Bevilacqua all’Expo con la Libertas

Si è concluso con successo all’EXPO Milano il progetto Libertas “Sport, Cibo & Salute”

Si è concluso nella cornice internazionale dell’EXPO Milano il progetto della Libertas “Sport, Cibo & Salute” – Il gusto dello sport”. L’evento di chiusura ha avuto luogo giovedì 1° ottobre 2015, presso la Sala Conferenze (The Waterstone by Intesa Sanpaolo, Padiglione 73 – G17), alla presenza di un prestigioso parterre di autorità e protagonisti dello sport.

Leitmotiv dell’iniziativa è stato quello di sensibilizzare, informare e formare l’immaginario collettivo – in particolare le nuove generazioni – su stili di vita più consapevoli. Un obiettivo raggiungibile solo attraverso la responsabilizzazione delle centrali educative del nostro Paese (scuola, sport, famiglia), al fine di prevenire patologie sociali in allarmante espansione quali obesità infantile, diabete giovanile, sedentarietà, bulimia, etc.

Chairman dell’evento Osvaldo Bevilacqua, giornalista Rai e noto autore e conduttore televisivo di diversi format di successo, uno su tutti “Sereno Variabile”, entrato addirittura nel Guinness dei Primati per essere il programma televisivo in onda ininterrottamente da più tempo con lo stesso conduttore (1977-2015).

In seguito, a presentare il report conclusivo del progetto, è stato il presidente nazionale Libertas, prof. Luigi Musacchia, che ha evidenziato l’importanza del binomio “salutismo fisico e psicologia del benessere”, sottolineando come l’iniziativa abbia rilevato l’indiscussa improcrastinabilità di associare la cultura del movimento con una alimentazione sana e consapevole.

La parola è poi passata alle autorità presenti che hanno salutato con favore la mission che ha tracciato il percorso del progetto “Sport, Cibo & Salute” lungo questi mesi. Sono dunque intervenuti il dott. Angelo Gnerre, in rappresentanza dell’Assessore allo Sport della Regione Lombardia; il dott. Mario Castorina, per il Ministero dell’Agricoltura; la dott.ssa Giulia Serinelli, delegata del Ministero Istruzione Università e Ricerca e il dott. Riccardo Garosci, voce del Comitato per l’educazione alimentare del MIUR.

Dopo l’intervento delle autorità, non poteva mancare il contributo di un’icona dello sport mondiale, nonché atleta la cui carriera ha mosso i primi passi tra le fila Libertas: la campionessa olimpica, Sara Simeoni. La Simeoni, oro alle XXII Olimpiadi di Mosca nel 1980, oggi volto di spicco della Federazione Italiana di Atletica Leggera, ha sottolineato l’importanza della componente “qualità della vita” nella carriera di uno sportivo. Un fattore che, dal dilettantismo ai massimi livelli agonistici, assume una veste sempre più determinante.

Successivamente si è registrato l’intervento di Marco Fragomeno, responsabile sales e marketing di Banca Prossima, il quale ha esposto alcune interessanti iniziative e mirati suggerimenti relativi all’ istituto di credito che fa parte del Gruppo Intesa Sanpaolo.

In seguito ha preso la parola il Vice Presidente della Libertas, Renzo Bellomi, che ha illustrato le linee del progetto – in piena sintonia con lo spirito dell’Expo 2015 – sottolineando l’impegno profuso dalla Libertas nel contribuire alle finalità di un evento planetario, condividendone con orgoglio sfida ed obiettivi.

Bellomi poi ha specificato come siano stati raggiunte tutte le finalità del progetto: ovvero informare sulle corrette pratiche alimentari in ambito sportivo e motorio; valorizzare le tradizioni gastronomiche regionali; sensibilizzare verso una sana alimentazione abbinata alla pratica sportiva; coinvolgere le realtà territoriali dell’ente; coinvolgere le famiglie; promuovere scelte salutari di prevenzione e di educazione per combattere i disturbi del comportamento alimentare e promuovere le attività sportive come strumento di benessere, integrazione ed inclusione sociale.

L’incontro è poi entrato nello specifico, andando ad analizzare e a conoscere le migliori ricette proposte all’interno del Progetto. Questo focus è stato condotto dal dott. Carlo Tranquilli, docente universitario e medico sportivo, nonché “colonna” della Commissione che ha elaborato il percorso “Sport, Cibo & Salute”. Il dott. Tranquilli ha esaminato dettagliatamente ingredienti e fattori che rendono un piatto più completo e salutare rispetto ad un altro, conducendo i tanti presenti in sala lungo un viaggio alla scoperta delle proprietà benefiche degli alimenti che la natura ci mette a disposizione.

Chiusa la parentesi “scientifica”, è stato presentato un progetto che, pur non facendo parte di “Sport, Cibo & Salute”, ne ha condiviso alcune linee guida: “Prestazioni sportive e abitudini alimentari tra i giovani”, a cura di A. Innocenti e L. Chiesi, una lente d’ingrandimento sulla relazione tra performance atletica e condotta alimentare tra studenti.

E’ stata quindi la volta dell’intervento di Anna Maria Peri, Presidente Provinciale Libertas di Novara e dell’Associazione Culturale Piume nel vento, che ha voluto porre l’accento sull’importanza dell’aspetto psico-emotivo che ruota attorno all’alimentazione. Non solo, dunque, “cibo per il corpo”, bensì anche “cibo per la mente”, un focus, questo, realizzato tramite l’illustrazione di un progetto – condotto da Anna Maria Peri stessa – il cui felice epilogo ha portato alla realizzazione del film “AZZURRINA NON MENTE”.

La pellicola, di cui è stato proiettato il trailer, parla di un sogno, il sogno di un gruppo di bambini che alcuni anni fa, quando frequentavano la classe prima nella scuola Giovanni XXIII di Novara, hanno ideato il personaggio della Balena Azzurrina, una balena che adora mangiare le banane, ma che in realtà è sensibile e generosa, attenta ai problemi del mondo, sempre in cerca di soluzioni
per cercare di rendere il pianeta un posto migliore in cui abitare. Una storia che ha vinto un Concorso letterario, ha ottenuto riconoscimenti dall’Onu e dalla Fao ed è stata presentata ufficialmente proprio nella sede di Roma dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, per poi essere tradotta in 9 lingue straniere ed in braille.

Un trionfo di immagini, colori e linguaggi, tutti deputati a puntare l’attenzione sulla sfera del cibo e della relativa sostenibilità ambientale. Salute ed ecologia, dunque, sono queste le corde toccate con leggerezza da da un racconto rivolto a tutti, adulti e bambini, con l’auspicio che possa trovare accesso nelle scuole in un prossimo futuro.

In seguito si è registrato il momento delle premiazioni. Osvaldo Bevilacqua ha consegnato i riconoscimenti agli artefici delle migliori ricette del progetto: i ‘Cavatelli alle mandorle dell’Etna in salsa di pomodorino di Pachino’ dell’Istituto “Rocco Chinnici” di Catania, per cui ha ritirato il premio Antonio Mazzaglia, presidente regionale Libertas Sicilia; ‘Barrette Dolci & Barrette Salate’ della Polisportiva Libertas Padova, per cui ha ritirato il premio Massimo Zilio, presidente della suddetta Polisportiva; infine il ‘Riso venere con fave fresche, gamberi e pomodorini guarnito da gherigli di noci e semi di canapa’ del Centro Regionale Libertas Lombardia/PallanuotoItalia, al cui presidente, Alessandro De Tursi, è stato consegnato l’omaggio.

Poi è stata la volta dei dieci migliori progetti partecipanti, ai quali, la responsabile del Settore Scuola Libertas, nonché “faro” organizzativo del progetto, Antonella Mancaniello, ha consegnato una significativa targa. Sono stati premiati il Centro Provinciale Libertas Novara, rappresentato Anna Maria Peri; l’S.C. Nesso di Torino, il cui presidente Daniele Miniotti ha ricevuto il risconoscimento; il Centro Regionale Libertas Abruzzo, per cui ha ritirato il premio Tiziana Di Genova, presidente Asd Centro Campo; il Centro Provinciale Libertas Brescia, rappresentato dal presidente provinciale Libertas Brescia, Ferruccio Lorenzoni; l’Asd Hockey Femminile Libertas San Saba di Roma, per cui ha ricevuto il premio il presidente regionale Libertas Lazio, Enzo Corso; l’Asd A.P.D. Il Carrubo Matera, il cui risconoscimento è andato a Giovanni Pisicchio, presidente della suddetta associazione dilettantistica; il Centro Provinciale Libertas Siena, per cui sono state premiate Silvia Migliorini e Stefania Giglioni del Centro Provinciale Libertas Siena; il Centro Provinciale Libertas Parma, rappresentato dal presidente regionale Libertas Emilia Romagna, Luciano Morri; il Centro Regionale Libertas Liguria, il cui premio è andato al relativo presidente Roberto Pizzorno; ed infine l’Asd Beauty & Sport di Crotone.

Ha concluso i lavori il dott. Carlo Tranquilli, ricordando come l’attività motoria e una cultura nutrizionale significhi attivare un servizio sociale fondato sulla prevenzione. In quest’ottica, l’indagine conoscitiva della Libertas ha puntato una lente di ingrandimento su tutto il territorio nazionale, enfatizzando la fortuna di una combinazione che il nostro Paese come pochi altri può offrire: quella tra gusto, tradizione e qualità della vita.

FOTO DELL’EVENTO: http://www.libertasnazionale.it/gallery_expo-sport-cibo-&-salute:-report-finale_103.htm

L’equazione sport, cibo e salute per migliorare la qualità della vita

di Luigi Musacchia
25 settembre 2015

Quando si pratica una costante attività sportiva – sia a livello agonistico, sia a livello amatoriale – è molto importante adottare una corretta alimentazione. E’ cresciuta nell’ immaginario collettivo la cultura del benessere che coniuga il triangolo Sport – Cibo – Salute. E’ il segno di una consapevolezza che si è formata in questi ultimi anni sulla base di una documentata osservazione dei valori nutrizionali. Inoltre le ricerche scientifiche hanno dimostrato l’incidenza del cibo sulle condizioni di salute. Sulla comparazione di queste variabili si è sviluppata la linea progettuale della Libertas per dare risposte adeguate alla crescente domanda sociale di sport inteso come movimento fisico, benessere psicologico, prevenzione salutista.

L’adesione cospicua delle strutture territoriali ha confermato le valenze del progetto. Il conseguente coinvolgimento delle famiglie, delle scuole, delle società sportive di base, di numerose componenti sociali ha conferito un incondizionato gradimento alla nostra iniziativa che dovrà essere ripetuta ed ampliata affinchè la base della condivisione sia ulteriormente estesa. Le manifestazioni sportive sono state sussidiate da interessanti momenti convegnistici con la partecipazione di qualificate professionalità che hanno valorizzato i livelli della ricerca scientifica.

Altro aspetto di rilevante interesse la trasversalità del progetto che ha coinvolto tutte le fasce di età dimostrando il sensibile interesse verso i temi dello sport, dell’alimentazione e della prevenzione. E’ stata un’esperienza decisamente positiva che ha caratterizzato il nostro ruolo di ente di promozione sportiva, sociale e culturale. Concludiamo il progetto nella sede più consona, l’EXPO Milano il cui leitmotiv “Nutrire il pianeta, energia per la vita” ha fiancheggiato il nostro progetto in questi mesi di intenso lavoro. Abbiamo vincolato all’EXPO anche la celebrazione dei settanta anni (1945 – 2015) della Libertas con una coniazione speciale che è già stata circuitata sulle riviste ufficiali di numismatica.

Esprimo la mia gratitudine ai Centri Regionali, Provinciali e Comunali che hanno partecipato alla realizzazione del progetto manifestando la presenza attiva e dinamica della Libertas su tutto il territorio nazionale. E’ stato un test interessante e proficuo che ha aperto nuovi canali di adesione, di confronto, di condivisione. Il progetto “sport – cibo – salute” è senza dubbio un fiore all’occhiello nell’anno del 70° che ha collaudato le nostre potenzialità di elaborazione e le nostre capacità di organizzazione. Dobbiamo continuare in questa direzione per qualificare il nostro ruolo e per consolidare la nostra visibilità.

 

Il presidente Nazionale

prof. Luigi Musacchia

presidente musacchia

Si conclude all’EXPO Milano il progetto della Libertas “Sport, Cibo & Salute”

Le risultanze del progetto “sport – cibo – salute” saranno presentate all’Expo.
All’uopo è in lavorazione uno “speciale monografico” per evidenziare:

1)      La linea sui temi della qualità della vita
2)      L’indagine conoscitiva sulle peculiarità regionali
3)      Il fotoreportage relativo agli eventi territoriali
4)      L’adesione della Libertas alla Carta di Milano

Comunicato Stampa – La Libertas all’Expo

Si conclude nella cornice internazionale dell’EXPO Milano il progetto della Libertas “sport – cibo – salute”. Giovedì 1° ottobre 2015 alle ore 15.00 presso la Sala Conferenze (The Waterstone by Intesa Sanpaolo, Padiglione 73 – G17) si svolge l’evento valorizzato da un prestigioso parterre di autorità e di celebri protagonisti dello sport.

Le risultanze del progetto evidenziano l’esigenza – non più procrastinabile – di coniugare la cultura del movimento con l’emergente domanda sociale di una corretta alimentazione. Dal binomio salutismo fisico e psicologia del benessere nasce una linea di tendenza che si orienta verso nuovi paradigmi di qualità della vita.

Presentano il report conclusivo del progetto “sport – cibo – salute” il Presidente Nazionale della Libertas Luigi Musacchia, il Vice Presidente della Libertas Renzo Bellomi, Carlo Tranquilli docente universitario e medico sportivo. Gli interventi sono coordinati dal chairman Osvaldo Bevilacqua giornalista RAI, conduttore di format televisivi che registrano elevati e costanti indici di gradimento.

Il progetto della Libertas “sport – cibo – salute” intende sensibilizzare, informare e formare l’immaginario collettivo – in particolare le nuove generazioni – su stili di vita più consapevoli. Occorre responsabilizzare le centrali educative del nostro Paese (scuola, sport, famiglia) al fine di prevenire patologie sociali in allarmante espansione (obesità infantile, diabete giovanile, sedentarietà, bulimia, ecc.).

Coniugare attività motoria e cultura nutrizionale significa attivare un servizio sociale fondato sulla prevenzione al fine di ridurre i costi esorbitanti delle famiglie che incidono pesantemente sul piano sanitario nazionale. L’indagine conoscitiva della Libertas ha puntato una lente di ingrandimento su tutto il territorio nazionale per conoscere e valorizzare le tradizioni gastronomiche regionali. Saranno premiate le “ricette per lo sport” che promuovono la scelta integrata sport – alimentazione per migliorare la qualità della vita.

20150923CARTELLINA

Enrico Fora – ufficiostampa@libertasnazionale.it –

 

La visibilità della Libertas sulla scena mondiale dell’Expo

La Libertas taglia il traguardo storico dei 70 anni nella cornice prestigiosa dell’Expo. L’intuizione di uno scoop mediatico lancia il nostro brand verso nuovi, sorprendenti orizzonti di visibilità. La coniazione speciale per l’Expo “Libertas 70 anni (1945 – 2015)” – già ampiamente evidenziata sulla stampa numismatica – è stata un’irripetibile, tempestiva occasione sulla scia dell’emissione “Governo italiano per lo sport”. Entrambe sono state presentate alla straordinaria preview internazionale di Montecarlo con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.

Questa crescente visibilità galvanizza le strutture territoriali del nostro movimento. I recenti campionati nazionali delle numerose discipline sportive registrano un record di partecipazione che onora il nostro glorioso blasone. Siamo sulla cresta dell’onda, rilanciamo e consolidiamo i nostri valori. La nostra linea progettuale – sussidiata da un più incisivo appeal mediatico – apre nuovi canali di confronto e di condivisione. Sulla piattaforma della nostra visione etica stiamo costruendo alleanze associative di impegno civile, di cittadinanza attiva, di coesione sociale.

In questa direzione sottoscriviamo accordi bilaterali di alto profilo. Sport, volontariato, donazione sono i temi che consentono alla Libertas ed all’AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue) di camminare insieme sul percorso della solidarietà. Di rilevante interesse il protocollo di intesa stipulato con l’Unione Induista Italiana per interpretare la nuova domanda sociale di benessere psicofisico, per avviare processi evolutivi finalizzati a migliorare la qualità della vita, per promuovere lo yoga fra le società sportive dilettantistiche di base, per formare operatori qualificati.

Sono in cantiere nuove opportunità che devono essere collaudate e che certamente andranno in porto dopo le opportune verifiche di fattibilità. Intendiamo anche promuovere una linea progettuale europea per entrare a pieno titolo e con le carte in regola nella rete internazionale delle imprese sociali.

 

Prof. Luigi Musacchia

 

Presidente Nazionale Libertas

presidente musacchia

EXPO D’ORIENTE 2015

Dopo la presentazione con un tour di eventi nelle più importanti città d’Italia, è arrivato il 5-6-7 giugno nello straordinario Parco del Laghetto dell’EUR a Roma l’ Expo d’Oriente 2015, eccezionale evento dedicato alla Cina e in generale alla cultura orientale.

Aree espositive, spettacoli, convegni, mostre fotografiche, degustazioni, stages e seminari  in un’area complessiva di 112000 m2. E’stata la più grande vetrina mondiale capace di presentare a tutti i visitatori la meravigliosa cultura orientale attraverso i Festival Internazionali di Danze Orientali, i Campionati Internazionali di Arti Marziali, gli Spettacoli di Musica Orientale, i Concorsi di Miss Oriente e Miss Cina in Italia.

Non poteva mancare all’appuntamento la Libertas che, ben organizzata su tutto il territorio italiano con le Arti Marziali, è stata partner insostituibile per l’organizzazione di attività e stage sportivi rivolti a tali discipline.

Il Judo, grazie al prezioso interessamento del Presidente Provinciale di Latina Maestro Rino Molina, è stato protagonista nella giornata di sabato con ben 80 atleti di Roma, Latina, Frosinone e Terracina che hanno occupato i tatami dalle 16:00 alle 20:00 con lezioni, scambi di  tecniche, prove di randori, kata, esibizioni varie.

I Maestri Antonio Di Maggio, Rino Molina, Edoardo Savino e Luciano Di Sauro hanno curato la regia dell’evento tenendo lezioni, mostrando particolari tecnici, correggendo imperfezioni.

A fine incontro si è approfittato della splendida cornice per consegnare ai piccoli il diploma e la cintura guadagnata con la pratica di tutto l’anno e a tutti l’attestato di partecipazione, la maglietta e la medaglia ricordo.

Un particolare omaggio a nome della Libertas ha voluto riservare il Maestro Molina agli altri insegnanti: la medaglia commemorativa del 70° Anniversario Libertas quale testimonianza, citando le parole del Pesidente Nazionale Prof. Luigi Musacchia, delle prestigiose radici e della consolidata presenza dell’Ente su tutto il territorio nazionale.

IMG-20150606-WA0007 IMG-20150606-WA0011 IMG-20150607-WA0001 IMG-20150607-WA0007 IMG-20150607-WA0008 SDC16078 SDC16115 SDC16126 SDC16160 SDC16154 SDC16169

La Libertas all’EXPO D’Oriente 2015

Si svolgerà dal 5 al 7 giugno 2015 a Roma, presso il Laghetto dell’Eur, “EXPO D’ORIENTE 2015” – 1^ Fiera Internazionale dell’Oriente. Contestualmente avrà luogo EXPO CINA 2015 – 2^ Fiera Internazionale della Cina a Roma. E’ un evento di rilevante spessore sportivo, artistico e culturale, organizzato dall’OMPSECO “Organizzazione Mondiale per la Promozione Sportiva Scientifica Educativa della Cultura Orientale) aderente alla Libertas.

La manifestazione rappresenta il più grande evento al mondo sulla cultura orientale. Danze, arti marziali, cerimonie tradizionali, mostre fotografiche, performance di artisti d’attrazione e tanto altro si alterneranno in una tre giorni all’insegna della cultura orientale, aprendo alla partecipazione dei nostri atleti, sia per quanto riguarda le arti marziali, sia per altre discipline.

La Libertas, in occasione delle celebrazioni del suo 70° anniversario, avrà un ruolo importante che è stato evidenziato sul manifesto ufficiale dell’evento. Infatti il brand del 70° Libertas campeggia nella parte alta fra i loghi del Ministero dell’Interno, il Ministero per i Beni e le Attività culturali, Roma Capitale, ecc.

Un po’ di Giappone, India, Thailandia, Vietnam e Cina in una cornice sempre più levantina come quella del laghetto dell’Eur, fresco di “Hanami”, la tradizionale celebrazione della fioritura dei Sukura (ciliegi giapponesi). In questo suggestivo contenitore multidisciplinare la Libertas presenterà esibizioni di arti marziali, danze ed altre espressioni sportive e culturali che caratterizzeranno la partecipazione di uno storico e prestigioso ente di promozione sportiva.

Per informazioni contattare: ufficiostampa@libertasnazionale.it

20150417LOCANDINAEXPO

Comunicato Conferenza Stampa

Invio il comunicato relativo alla conferenza stampa che avrà luogo venerdì 20 marzo 2015 (ore 11.00) a Roma nella Sala Giunta del CONI.

Saranno presentati i 70 anni (1945 – 2015) del CNS Libertas, il progetto “Sport – Cibo – Salute”, la coniazione speciale per l’Expo Milano.

Nel press kit per i giornalisti saranno inseriti i messaggi di:

  • Laura Cretara celebre artista che rappresenta un’eccellenza culturale nella storia della numismatica italiana
  • Giorgio Calabrese docente universitario, medico nutrizionista, consulente del Ministero delle Politiche Agricole

70 anni Libertas

La Libertas sulla medaglia ufficiale dell’EXPO 2015

Scoop mediatico del CNS Libertas mentre si avvia il countdown verso il traguardo storico dei 70 anni (1945 – 2015). La coniazione speciale per l’EXPO (pdf allegato) – che segue quella del “Governo italiano per lo sport” – promuoverà il brand Libertas sullo scenario internazionale. La coniazione è inserita in un packaging personalizzato. In evidenza l’aforisma valoriale di Alcide De Gasperi e la dichiarazione celebrativa di Luigi Musacchia Presidente Nazionale della Libertas. Il cartiglio “Libertas  70 anni 1945 – 2015” enfatizza la centralità di una mission profondamente radicata nella storia sportiva, sociale e culturale del nostro Paese.

Enrico Fora

Excursus: Brand Libertas sulla medaglia EXPO.pdf

La moneta: Visual Coniazione Libertas