Progetto Sette Regioni

Scoprite dove viene svolto il progetto More »

Manifestazioni e Gare

Tutte le gare e le manifestazioni Libertas le troverai qui. More »

RISULTATI

Tutti i risultati delle Società Libertas More »

FOTO

Ecco tutte le foto che ci avete inviato More »

More than Sport

JUDO non vuol dire solo Agonismo More »

CONTATTI

Vuoi darci suggerimenti cerchi delle informazioni guarda qui. More »

CALENDARI ATTIVITA LIBERTAS

Scopri le date di tutti gli eventi Libertas More »

 

BENVENUTI

Benvenuti nel sito judo.libertasnazionale.it Lo scopo di questo sito è quello di mettere in evidenza e a conoscenza di tutti, le attività che vengono svolte grazie all’ente di promozione LIBERTAS in modo particolare le attività del JUDO. Chiunque organizzi una gara un evento un circuito riconosciuto dalla Libertas e vuole condividere risultati, foto e statistiche basta scrivere a: judo.libertasnazionale@gmail.com e nel più breve tempo possibile verrà inserito l’articolo riguardante l’attività. Ricordate di specificare data, sede di gara, società organizzatrice, partecipanti, classifiche, foto e chiaramente il vostro articolo. Per qualsiasi informazione potete anche rivolgervi al Consigliere Nazionale - Coordinatore Nazionale del Judo Libertas per il Nord Edoardo Muzzin a muzzin.edoardo@gmail.com Cordiali Saluti Centro Nazionale Sportivo Libertas

Gli Enti di Promozione Sportiva insieme per contestare l’art. 35 della proposta di Codice del Terzo settore

Una voce comune e un sentimento unitario di appartenenza per chiedere una maggiore attenzione sulla riforma del Terzo settore. Gli Enti di Promozione sportiva sono uniti nel contestare l’art.35 del Codice della riforma, che corre il rischio di  svuotarli della funzione di promozione sociale.

Il punto è chiaro, il valore sociale dello Sport è per noi centrale. Ogni obiettivo, ogni progetto e attività, ha come priorità la costruzione di una cittadinanza attiva, di una società civile consapevole e di una integrazione sociale concreta.

Concreta come lo sport, che si fa ogni giorno, nei territori, nelle scuole, nelle comunità. Questa è la nostra visione di promozione sportiva e sociale, fatta di volontari, di appassionanti ma anche di professionisti e di tecnici.

Questa visione comune sul ruolo centrale dell’associazionismo e sulle potenzialità sui cui ancora lavorare, ha permesso agli Enti di intervenire insieme e con forza sugli elementi di questa riforma che potrebbero compromettere la nostra funzione.

Una riforma che tutti abbiamo atteso ma che chiediamo venga pensata con chiarezza e con attenzione.

Con questo intento pubblichiamo il testo integrale del documento unitario nazionale sostenuto da tutti gli Enti di Promozione Sportiva.

Grazie a chi avrà voglia di leggerlo e di sostenerci.

 

L’associazionismo sportivo della promozione sociale non ci sta

 

L’ultimo Censimento Istat, risalente al 31 dicembre 2011, riportava il numero di 92.838 (pari al 30,8% delle istituzioni italiane e al 47,4% delle istituzioni attive nel settore della Cultura, sport e ricreazione) con riferimento alle istituzioni no profit che svolgevano in via prevalente attività sportive. Mentre le istituzioni che svolgevano attività sportive come area di intervento secondaria erano 21.449 (pari al 7,7% del totale nazionale), per un totale di 114.287 unità.

Da questi numeri è facile evincere il grande valore dello sport di cittadinanza come elemento costitutivo della promozione sociale.

L’associazionismo sportivo affonda le proprie radici nel mutualismo tardo ottocentesco che ha sviluppato forme di solidarietà, coesione e responsabilità sociale. Le organizzazioni internazionali, dall’Onu all’Oms, riconoscono lo sport come strumento per promuovere educazione, salute, sviluppo e pace.

Il Presidente della Repubblica, all’incontro con i rappresentanti del mondo dello sport di qualche giorno fa, ha parlato delle società sportive di periferia come di una galassia che arricchisce di valori la vita comune, indicando lo sport come una efficace leva sociale, culturale, educativa ed economica, come educazione alla cittadinanza. Stessi principi sono stati ribaditi dal Ministro allo Sport Luca Lotti presente in quell’occasione.

Tutto questo rischia di essere svuotato di sostanza per effetto del Decreto Legislativo relativo al Codice del Terzo settore. L’articolo 35 infatti, al comma 3, prevede che “gli atti costitutivi delle associazioni di promozione sociale possono prevedere l’ammissione come associati di altri enti del Terzo Settore, a condizione che il loro numero non sia superiore al trenta per cento del numero delle associazioni di promozione sociale”.

Dall’interpretazione letterale del testo si deduce che gli Enti di promozione sportiva non possano più beneficiare della qualifica di associazioni di promozione sociale potendo avere tra i propri affiliati soggetti che non trovano motivo per iscriversi nel Registro Unico del Terzo Settore.

 Negli anni la progettazione sociale ha visto il protagonismo degli Enti di Promozione sportiva che sono intervenuti negli ambiti dell’educazione, della promozione della salute, dell’inclusione sociale, della mediazione interculturale, della rigenerazione delle periferie. Attività che verrebbero sacrificate per effetto della norma.

Non possiamo accettare che questo accada e chiediamo che ci sia un intervento correttivo da parte delle commissioni parlamentari che oggi hanno in esame il testo al fine di non disperdere un capitale sociale che contribuisce al benessere individuale e collettivo nelle nostre comunità.

JUDO START

SABATO 09 e DOMENICA 10 Settembre 2017 saranno la due giorni di Judo e divertimento organizzata dal Judo Vittorio Veneto, per iniziare nel migliore dei modi la prossima stagione sportiva 2017-18
– SEDE: Palasport di Vittorio Veneto in P.zza Aldo Moro (TV) accanto alle piscine comunali
– PROGRAMMA: nei due giorni, i partecipanti saranno impegnati con lezioni e allenamenti di Judo
alternati al nuoto nelle vicine piscine Comunali, alla preparazione fisica (all’aperto o nel Palasport) e
momenti di svago col seguente programma e modulo di partecipazione:

avviso-Judo StartVV_17 Società

Mod-Iscr-Soc_Judo Start_17

Attività Sicilia

In allegato le classifiche della 3° FASE REGIONALE GIOVANISSIMI BA-FA-RA Sicilia- Scicli:

CLASSIFICA

Oggi alla Scuola dello Sport per parlare di formazione

Si apre oggi, con una programmazione di tre giorni dal 16 al 18 giugno, nella sede romana della Scuola dello Sport, il Corso per Formatori Libertas. Un corso pensato per fornire la competenza e gli strumenti fondamentali per svolgere il delicato compito di formatori.

La presenza della dott.ssa Rossana Ciuffetti, responsabile della Scuola, e del Presidente Musacchia, ha confermato chiaramente le finalità del nostro progetto formativo: rafforzare le possibilità occupazionali del mondo sportivo, differenziare e professionalizzare i ruoli, costruire una cultura sportiva multidisciplinare.

La dott.ssa Ciuffetti ha infatti centrato il suo intervento sull’importanza della formazione in ambito sportivo, sulla valenza economica in termini di possibilità lavorative e sulla necessità di prevedere una formazione complessa e completa, capace di mettere in campo figure professionali non solo preparate tecnicamente ma anche e soprattutto culturalmente.

Il nostro Presidente si è rivolto ai partecipanti esprimendo la sua opinione proprio su questo punto:

“Abbiamo creduto nel progetto formazione convinti che le capacità tecniche non siano più sufficienti, e consapevoli che il contesto lavorativo abbia un carattere fortemente competitivo. E allora la nostra risposta deve essere di qualità, deve essere professionalizzante ma anche culturalmente interessante. Lo Sport è una risorsa occupazionale incredibile che non è ancora riuscita a rispondere all’esigenze del Paese sulle problematiche del lavoro. Oggi siamo qui per questo, per rinnovare il nostro impegno in questo senso, partendo proprio dalla preparazione dei nostri formatori.”

Il Corso per Formatori Libertas ha visto nel tempo crescere il numero delle adesioni, un dato per noi importante non solo come risultato ma anche come risorsa. I corsisti portano infatti in aula le problematiche concrete e territoriali che ci permettono di integrare e completare il nostro corso in un’ottica di concretezza e funzionalità.

Non resta che augurare a tutti buon lavoro.

La storica visita del Presidente Mattarella al CONI

Per i rappresentanti dello sport italiano, per gli atleti e per tutto il movimento la visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Coni è stata storica ed indelebile. Il Capo dello Stato è stato ricevuto dal padrone di casa Giovanni Malagò e dal Ministro dello Sport Luca Lotti. Tanta emozione nei volti degli oltre 1000 rappresentanti di federazioni, discipline associate, enti di promozione e nei tantissimi monumenti dello sport azzurro accorsi per questo appuntamento imperdibile. La Libertas, rappresentata dal Presidente Nazionale prof. Luigi Musacchia, ha ricevuto i complimenti per l’attività di volontariato sportivo che svolge dal 1945.

“Grazie allo sport spesso ci sentiamo un popolo. Nello sport si specchia la nostra società, siete l’immagine del nostro Paese, che siate campioni affermati o semplici appassionati. Parlo a tutti voi, anche alla meravigliosa galassia di società periferiche, dei piccoli centri. Sbaglia chi considera lo sport come un semplice tempo di ricreazione: lo sport è educazione, rispetto, cultura, economia. Lo sport si fonda sui principi di lealtà e di correttezza. Sul desiderio di superarsie di prevalere nelle gare e negli incontri, sul coraggio di competere con chi appare come favorito, ma anche sul senso sportivo di riconoscere, e applaudire, il merito altrui quando esso si manifesta.

L’etica propria dello sport può aiutare l’etica civile e rendere migliore il nostro modello sociale.”

Queste le parole del Presidente Sergio Mattarella prima di lanciare il suo monito:

Ripudiate il doping, il razzismo, la violenza. Favorite l’integrazione. Gestite in modo trasparente il rapporto con i tifosi. Abbattete le barriere, impegnatevi davvero perché lo sport sia un diritto di tutti e occorre impegnarsi affinché il suo esercizio diventi sempre più pieno. A tutti i bambini ed a tutti i ragazzi va garantito l’accesso alle attività sportive, indipendentemente dal reddito delle loro famiglie”.

La Libertas ha apprezzato le parole del Capo dello Stato che ribadiscono i principi fondamentali della promozione sportiva di base. I valori della partecipazione, dell’inclusione, della condivisione costituiscono la base educativa e formativa che la Libertas porta avanti da oltre settant’anni.

Attività Associati:

KSDK PARMA:
1° Tournament Sakura Cup Golfo Aranci
Super Desafio BRA Copa International De Seleçõnes

KUROKI TARCENTO:
Fabiana Fusillo Campionessa d’Europa

POL. VILLANOVA:
Rassegna stampa: Cresce l’entusiasmo per Kenny ai mondiali

POL. TAMAI:
Sportivissima Estate… pronti via…..
Stage Fijlkam FVG
il Judo Tamai non si ferma mai !!

 

GARA REGIONALE SCICLI

Il C.N. e C.R. S. LIBERTAS, in collaborazione con, l’ASD JUDO CLUB MIFUNE indice ed organizza una MANIFESTAZIONE REGIONALE DI JUDO AD INVITI RISERVATA AI TESSERATI LIBERTAS, F.I.J.L.K.A.M. E  ENTI RICONOSCIUTI il 18 GIUGNO 2017 presso SCICLI VIALE 1° MAGGIO “Villaggio Jungi

REGOLAMENTO:

3° Trofeo regionale preagonisti

News dalle società

POL. VILLANOVA:
Il nostro Kenny convocato per europei e mondiali
Comincia il corso di tai chi chuan nei parchi
Eventi: La vita in Giappone e i falsi miti alla Libreria Quo Vadis
progetto sport aperto – sport ambiente natura in libertà – olimpiadi nella natura – Pordenone

KUMIAI:
Carola Paissoni conquista il titolo ai Campionati Nazionali Universitari
Lorenzo Turini convocato in nazionale per gli EYOF

KSDK PARMA:
Lorenzo Agro in Brasile con la Nazionale Italiana Junior
Campionati Nazionali Universitari 2017

KUROKI TARCENTO:
Stefanel di bronzo ai Campionati Universitari

JUDO VITTORIO VENETO:
Fine settimana tricolore per il Judo Vittorio Veneto col nuovo Titolo Italiano vinto da Prosdocimo ed un podio europeo sfiorato da Stangherlin

 

Circuito Estivo

Il Centro Sportivo Nazionale LIBERTAS in collaborazone con: ASD JUDO KUROKI – POL.VILLANOVA-POL.TAMAI organizza il: 28° CIRCUITO ESTIVO LIBERTAS

Prima tappa il 27 giugno a Tarcento

Regolamento:
CIRCUITO ESTIVO 2017

4 newaza cup 2017

FINALISSIMA DEL CAMPIONATO DI JUDO PROVINCIALE LIBERTAS PORDENONE

DA Judo Kiai Portogruaro:

Il 3 giugno con l’ultima tappa a Montereale Valcellina (PN) e oltre 200 atleti iscritti si è concluso l’ 11° Campionato Provinciale Libertas di Judo, ultimo impegno della stagione 2016/2017 che ha visto i giovani Judoka  del “Judo Kiai Atena di Portogruaro arrivare decisi a non demordere dopo i numerosi impegni che li hanno portati a gareggiare in ben 10 gare stagionali.        L’ impegno e la costanza dei nostri atleti è stato premiato con un punteggio supplementare a chi a effettuato tutte le prove (Pordenone e San Vito al Tagliamento) che sommato ai punti guadagnati sul tatami hanno fatto raggiungere un cospicuo vantaggio in classifica.  Sono risultati Campioni Provinciali Libertas i seguenti Judoka: per i nati nel 2010 Pietro Barbuio e Yassin Rabih, per il 2008 Irene Bergamo e Niccolò Luison, per il 2007 Eliana Tollardo e Alexander Piccolo e infine per il 2006 Maria Colavitti, Gabriel Giacomini, Aurora Milanese e Tommaso Piscicelli. In questa giornata molto agonistica oltre al titolo di Campioni Provinciali abbiamo ottenuto 6 primi posti (Pietro Barbuio, Gabriel Giacomini, Eliana Tollardo, Tommaso Piscicelli, Niccolò Luison, Sami Olivieri), 15 secondi posti (Irene Bergamo, Alexander Piccolo, Maria Colavitti, Aurora Milanese, Yassin Rabih, Daniel Caltanissetta, Paolo Fanicchia, Nicolò Squerzi, David Fior, Darko Sesum, Viola De Angelis, Eleonora Campaner, Matteo Cirfera, Giacomo Drigo, Francesco Tintoretti) e 4 terzi posti (Stefano Corapi, Vinicio Luis Nigro, Alessandro Abbruzzese, Girolamo Tesoro). Soddisfazione per il Maestro Marco Dotta e i collaboratori Fulvio Brumatti, Choukri Khalil ,  Zonta Giulia e Tommaso Drigo per gli ottimi risultati ottenuti da tutto il gruppo nella corrente stagione che ha visto in gara ben 42 bambini .
In questi giorni si concluderanno gli allenamenti con le gare sociali e i migliori sia alle gare sociali che nella classifica di merito di tutte le gare svoltesi nella stagione verranno premiati alla consueta cena sociale per il successivo riposo estivo aspettando con entusiasmo la nuova stagione con la speranza che i giovani, e non solo, atleti  portino a termine gli obiettivi della Società salendo sui posti più alti del podio.