Progetto Sette Regioni

Scoprite dove viene svolto il progetto More »

Manifestazioni e Gare

Tutte le gare e le manifestazioni Libertas le troverai qui. More »

RISULTATI

Tutti i risultati delle Società Libertas More »

FOTO

Ecco tutte le foto che ci avete inviato More »

More than Sport

JUDO non vuol dire solo Agonismo More »

CONTATTI

Vuoi darci suggerimenti cerchi delle informazioni guarda qui. More »

CALENDARI ATTIVITA LIBERTAS

Scopri le date di tutti gli eventi Libertas More »

 

Category Archives: Emilia Romagna

Attività Bambini 24/10 KSDK PARMA

Centro Nazionale Sportivo LIBERTAS organizza in collaborazione con KSDK PARMA “JUDO in Amicizia” 2015 a SAN POLO DI TORRILE (PR) presso il Palazzetto Polivalente, Via Buozzi, una MANIFESTAZIONE DI JUDO CON RANDORI ARBITRATO PER BAMBINI E RAGAZZI NATI NEL 04/05/06/07/08/09/10/11 SABATO 24 OTTOBRE. Il termine ultimo per le iscrizioni è Giovedì 22.

Modello JudoInAmicizia
Regolamento generale
s.polo 24ottobre

2° Judo in Amicizia 2015

da http://www.ksdkparma.it/

Grande successo per il 2º Judo in Amicizia 2015 svoltosi ieri, sabato 18 Aprile, a Langhirano. L’attività organizzata dal KSDK Parma in collaborazione con il Centro Nazionale Sportivo LIBERTAS e Pol. Villa Bonelli ha raccolto 300 bambini nel Palazzetto del Centro Sportivo S. Pertini, dove, per l’occasione, sono stati allestiti 7 tatami. Alla manifestazione hanno partecipato non solo bambini dei corsi interni del Kyu Shin Do Kai Parma, quelli dei corsi esterni delle Scuole Corazza, San Benedetto, Adorni, Micheli, Casa Famiglia, quelli di San Polo di Torrile, della Polisportiva Lanzi Colorno, del Galaxy Judo Collecchio e del Punto Blu Monticelli Terme e di Langhirano ma anche bambini di diverse altre società come Kyu Shin Do Kai Fidenza, Geesink Modena, Geesink 2, Sankaku Reggio Emilia e ASD Judo Casalasco.

Foto

Le attività sono cominciate alle 15:00 con i più piccoli, 2009-2010, che, divisi in squadra dei bianchi e dei rossi, si sono cimentati nel percorso, nel tiro alla fune e nel sumo. In contemporanea sugli altri 6 tatami quelli un pochino più grandi ed esperti, 2007-2008-2009, invece, si sono sfidati colpi di randori a terra. Alle 17.00 infine sono saliti sulla materassina i 2004-2005-2006 che si sono dati battaglia con prove di randori a terra e di shiai.

Foto

Un’altra grande giornata dunque per il KSDK, che con questa manifestazione conclude le attività rivolte agli allievi più giovani, e per tutti i piccoli partecipati che sono tornati a casa con il sorriso e una scintillante medaglia al collo. Un grazie va all’efficientissima squadra d’insegnanti e dirigenti, che hanno saputo gestire e coordinare al meglio l’attività, ai genitori e a tutte le altre società che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione.

Classifica:
CLASS SOCIETA

Judo in Amicizia 2015

CNS Libertas in collaborazione con KSDK Parma e Villa Bonelli organizza Judo in Amicizia 2015 a Langhirano Parma, una manifestazione di judo con randori arbitrati per la fascia preagonisti.
L’evento si svolgerà sabato 18 aprile presso il centro sportivo Sandro Pertini.
Ecco il regolamento:

circolare langhirano 18apr

1° Judo in Amicizia 2015

31/1/2015

Più di 260 piccoli judoka al Palazzetto “E.Ferrari” di Colorno

Grande successo per il 1º Judo in Amicizia 2015 svoltosi oggi, sabato 31 gennaio, a Colorno. L’attività organizzata dal Centro Nazionale Sportivo LIBERTAS, in collaborazione con KSDK Parma e Pol.Lanzi ha raccolto più di 260 bambini nel Palazzetto “E. Ferrari”, dove, per l’occasione, sono stati allestiti 6 tatami.

2356-g-17116

Alla manifestazione hanno partecipato non solo tutti i bambini dei corsi interni del Kyu Shin Do Kai Parma più quelli dei corsi esterni delle Scuole Corazza, San Benedetto, Adorni, Micheli, Casa Famiglia, quelli di San Polo di Torrile, della Polisportiva Lanzi Colorno, del Galaxy Judo Collecchio e del Punto Blu Monticelli Terme, ma anche bambini provenienti dal Kyu Shin Do Kai Fidenza, Geesink Modena, Geesink 2, Sankaku Reggio e Judo Casalasco.

Le attività sono cominciate alle 15:00 con i più piccoli, i 2009-2010, che, divisi in squadra dei bianchi e dei rossi, si sono cimentati nel percorso, nel tiro alla fune e nel sumo. Subito dopo è toccato a quelli un pochino più grandi ed esperti, i 2007-2008-2009, che, invece, si sono sfidati colpi di randori a terra. Infine i 2004-2005-2006 si sono dati battaglia con prove di randori a terra e di shiai. Al termine delle competizioni individuali é stato disputato anche un incontro di Shiai a squadre. I partecipanti sono stati divisi nelle tradizionali due squadre: i Bianchi, capitanati da Marco Peschiera e Martina Epifani, e i Rossi, guidati da Jacopo Cavalca e Michelle Azzolini. Le 2 formazioni si sono sfidate senza esclusione di colpi, con la vittoria finale della squadra dei Bianchi per 8 a 5.

2356-g-17149

Durante il pomeriggio ci ha raggiunto anche la Sig.ra Annamaria Montecchi del Centro di Aiuto alla Vita, l’associazione di volontariato con cui collaboriamo da anni, anche con la raccolta di vestiti usati, e a cui abbiamo consegnato il ricavato dalle quote d’iscrizione.

2356-g-17140

Un’altra grande giornata dunque per il KSDK che, dopo il grande successo delle scorse attività “sperimentali”, ritorna all’evento più “classico”, rimettendo in palio tantissime scintillanti medaglie per i tutti i piccoli judoka partecipanti.

2356-g-17123

Grazie alla precisione degli insegnanti e degli organizzatori, la manifestazione é riuscita nel migliore dei modi e le facce felici e sorridenti dei bambini unite ai complimenti e ai ringraziamenti da parte dei loro genitori ne sono la prova.

Un enorme grazie va, quindi, all’efficientissima squadra d’insegnanti e dirigenti, un gruppo molto affiatato che ha saputo tenere perfettamente le redini di quest’attività.

2356-g-17155La Squadra dei Bianchi 2356-g-17154La Squadra dei Rossi

Judo in Amicizia

Sabato 31 Gennaio manifestazione di judo con randori arbitrati a Colorno:
Regolamento:

Colorno 31gen

1° Randori Day Libertas Emilia Romagna 2014

24/11/2014

Più di 180 bambini nella “Casa del Judo”

Grande successo per il 1° Randori Day Libertas 2014 organizzato ieri, domenica 23 Novembre, al Kyu Shin Do Kai Parma A.S.D.. L’attività, recuperata dopo l’annullamento della settimana scorsa, ha visto la partecipazione di 187 bambini suddivisi  in due fasce, una al mattino, comprendeva le classi 2009/2008/2007, mentre al pomeriggio è toccato ai nati tra il 2003 e il 2006. Si è trattato di una formula completamente nuova e mai sperimentata che ha visto partecipare  allievi provenienti, oltre che dai corsi interni del KSDK, anche da quelli delle scuole Adorni, Corazza, Micheli, S. Benedetto e dai corsi di Collecchio, Colorno, Langhirano, Monticelli e S. Polo. A differenza delle attività a cui sono abituati, questa volta, piccoli atleti sono stati “timbrati” con il simbolo del loro gruppo, hanno fatto riscaldamento ed hanno poi preso parte a numerosi cambi di randori, in piedi o a terra, sfruttando appieno la possibilità di incrociare le prese con bambini provenienti da altri corsi.
La giornata è iniziata alle 10, quando i primi ragazzini hanno incominciato ad arrivare. Successivamente le cinture bianche si sono divise in due squadre per fronteggiarsi a “colpi” di percorso e di sumo, mentre le cinture colorate, dopo un buon riscaldamento, si sono cimentate nel randori a terra e in tutte le sue varianti. Alle 15 è cominciata la seconda parte dell’attività con l’arrivo dei bambini più grandi. Prima di dare il via ufficiale alla manifestazione, però, è intervenuto Giorgio Del Sante, presidente dell’Associazione di volontariato Munus, la quale si dedica al coordinamento della raccolta fondi a favore degli alluvionati del Quartiere Montanara.

Il presidente ha ringraziato per il sostegno della scuola alle vittime della recente esondazione e ha rimarcato l’importanza del sentirsi legati al luogo in cui viviamo e del dedicarsi alla sua cura. Finiti i discorsi si è potuto dare il via ai combattimenti; dopo una prima parte di riscaldamento comune, alcuni gruppi hanno fatto randori in piedi mentre altri hanno fatto solamente a terra. Quest’ultimi, nella parte finale, hanno preso il coraggio a due mani e si sono cimentati in una piccola sessione di randori in piedi con i judoka più alti in grado, dando prova di un grande interesse e disponibilità da entrambe le parti. Terminate le attività gli atleti hanno ricevuto dei piccoli gadgets come ricordo della giornata.

Quello di ieri è stato un giorno all’insegna del randori e della convivialità, dove i piccoli allievi hanno avuto la possibilità di affrontare e confrontarsi con  bambini di corsi diversi che non vedono durante le lezioni abituali, oltre alla grande opportunità di invitare i loro stessi insegnanti. Le facce sorridenti e appagate di genitori e figli sono la prova che anche quest’esperimento KSDK è pienamente riuscito. Nonostante il rapido cambio di data, infatti, l’affluenza è stata enorme, così come le soddisfazioni che se ne sono ricavate, tutti elementi che fanno presagire un seguito di questa nuova forma di attività.